1977 - DON'T CALL IT PUNK

39.00
On sale
1977 - DON'T CALL IT PUNK

Pre-ordine spedibile dal 16 Settembre.

Disponibile in allegato al libro, solo per i primi 30 ordini sul nostro shop, la riproduzione del CALENDARIO del 1977, comparso sulla rivista Record Mirror, il 01 Gennaio 1977.

"1977 Don't Call It Punk - Storia illustrata dell'anno che cambiò per sempre la musica" è il nuovo volume curato e scritto per Goodfellas Edizioni, da MATTEO TORCINOVICH, esteta, ricercatore e tra i massimi esponenti di cultura punk nel nostro paese.

“Se quello che c’è attorno non mi piace, me lo reinvento e lo ricostruisco, come voglio io”.

Il 1977 è l’anno dell’enorme produttività del movimento punk, il momento in cui si caratterizza come corrente giovanile di grande impatto musicale ed estetico con il suo epicentro a Londra.
In questo libro il 77 viene raccontato attraverso una dettagliata cronistoria che giorno dopo giorno ci ricorda i clamorosi eventi di cronaca - spesso gonfiati all’inverosimile dalla stampa scandalistica ingle-se, le innumerevoli uscite discografiche, i concerti, i libri, le fanzines e le recensioni dei principali giornali musicali anglosassoni.
La pubblicazione è un ricchissimo almanacco di immagini d’epoca arricchito da una raccolta di aned-doti generosamente raccontati all’autore da chi ha vissuto quell’epoca in prima persona, si tratta di musicisti, scrittori, fotografi come Gaye Black degli Adverts, il mitico fondatore del Roxy Club An-drew Czezowski, Ana da Silva delle Raincoats, il fotografo Peter Gravelle, Lora Logic degli X-Ray Spex, il giornalista Kris Needs e molti molti altri ancora...

“1977 - Don’t call it punk” è una ricerca e un approfondimento che ci guiderà attraverso un esplosivo mix artistico/musicale generatosi in questo periodo, teatro di variegate e contraddittorie meraviglie creative.

1977 is the year of the punk movement's enormous productivity, the moment was characterized by a huge musical and aesthetic impact with its epicenter in London. '77 is recounted through a detailed chronicle that day by day reminds us of the sensational news events - often out of proportion - by the british scandal press, the countless record releases, shows, books, fanzines and reviews in the leading Anglo-Saxon music magazines.

The publication is a very rich almanac enriched by a collection of anecdotes generously told to the author by those who lived through that era firsthand. Musicians, writers, photographers such as Gaye Black of the Adverts, legendary Roxy Club founder Andrew Czezowski, Ana da Silva of the Raincoats, photographer Peter Gravelle, Lora Logic of X-Ray Spex, journalist Kris Needs and many many more...

"1977 - Don't Call It Punk" is a research and insight that will guide us through an explosive artistic/musical mix generated in this period. Enjoy !

SERIE: SPITTLE
GENERE: Musica/Costume/Società
FORMATO: 20X25
PAGINE: 496 con illustrazioni
USCITA: 16 Settembre 2022
PREZZO: €39,00
ISBN: 978-88-99770-26-6